Posizionare il proprio Hotel su Google, occhio alle Supercazzole

Condividi l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


La prima domanda che spesso occorre porsi è: sono ricercabile sui motori di ricerca? Forse è proprio questa la domanda che spesso svela i retroscena della situazione alberghiera sui motori di ricerca. Ma non è questo l’argomento di cui voglio parlarti oggi.

Oggi parleremo di supercazzole, tutte quelle bufale che piovono via email, via facebook, via telefono o di persona. E’ un post per dirvi… state in guardia! Occhio a chi vi affidate e se siete nelle mani di questi tizi divincolatevi

Con soli 10€ posizioniamo il sito del tuo hotel

10€? in pratica a lavorare ci sarà una nuova generazione di geni umanoidi senza malizia che riescono con un budget di 10€, 120€ all’anno a posizionare il tuo sito internet del tuo hotel. Se caso mai vi dovesse capitare di conoscere qualche genio del genere, chiedete loro perché non lavorano per google.

Hotel+Brand

Attenzione a quest’altra burla. Posizionare la parola Hotel+Brand, non richiede una laurea in fisica quantistica. Spesso basta semplicemente aver pubblicato il sito internet sul web, senza nemmeno richiedere l’iscrizione della url allo stesso Google!

Supercalifragilispichestiralidoso

Se iniziano la discussione con paroloni, allora siete sulla strada giusta, sarete i prossimi #webincultati. I paroloni con i clienti, forse non è opportuno utilizzarli, e un po’ come se voi iniziasse a parlare di tariffe-Rack-Fits-Yeld RevPa, allotment, vuoto per pieno a chi di settore alberghiero non ne mastica. E’ il classico sistema messo in piedi di chi ha letto da qualche parte qualcosa e per qualche motivo cerca di ricavarci un business estemporaneo.

Posizionamento per keywords in poche ore

A meno che non si tratti di Hotel+Brand, o che il tuo hotel non sia l’unico hotel nel raggio di migliaia di chilometri, non esiste una formula magica o qualche dio che ha capito come risolvere i complessi algoritmi di google, capace di posizionare il sito del tuo hotel in poche ore. Se sei in presenza o leggi qualche offerta del genere…scappa a gambe levate, più veloce che puoi!!

e dulcis in furno…

“Buongiorno chiamiamo da Google”
“Buongiorno lavoriamo per Google”
“Siamo Google e dobbiamo aggiornare le nostre liste”

In California (USA), addirittura, Google ha iniziato una campagna anti-truffa nei confronti di diverse agenzie che si spacciano per big G confondendo così i piccoli business!


 

Se sei un albergatore e hai altre supercazzole da raccontare o ancora non sai se sei in balia di un raggiro da supercazzolagency? Scrivi pure nei commenti

Al prossimo articolo e occhio alla supercazzola 🙂



Condividi l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •